L’industria delle costruzioni si mostra fiduciosa e programma nuove assunzioni. Il 55% prevede un incremento del volume d’affari nel triennio.

La prospettiva di un nuovo lockdown, a causa della seconda ondata epidemica, potrebbe inevitabilmente sparigliare le carte. Ma almeno per ora – e anche a sorpresa – le imprese della filiera delle costruzioni sembrano essere abbastanza ottimiste. Tanto da mettere in cantiere assunzioni. Al Saie, il salone delle costruzioni nei padiglioni di BolognaFiere, le imprese si sono presentate con ottimismo, come dimostra una indagine realizzata dall’Osservatorio Saie, realizzata da Senaf, che organizza la manifestazione fieristica. Alcuni dati spiccano su tutti gli altri. Nonostante nel secondo trimestre dell’anno, in coincidenza con la prima ondata, il 62% delle aziende abbia registrato un calo dei ricavi, il 55% prevede un incremento del giro d’affari del settore dei prossimi tre anni.

Leave a Reply